Allergie e Intolleranze alimentari: facciamo chiarezza!

Molte persone confondono le allergie con le intolleranze alimentari. In questo articolo cercherò di fare chiarezza su questi due aspetti apparentemente molto simili soprattutto per quel che riguarda i sintomi.

Innanzitutto va chiarito che, quando si parla di allergia e intolleranza alimentare, si parla di reazioni avverse agli alimenti.
I meccanismi e il modo in cui queste reazioni scatenano i sintomi hanno cause differenti e tempi diversi.

Allergia Alimentare: Che cos’è?

L’Allergia Alimentare è una reazione avversa agli alimenti causata da una anomala reazione del sistema immunitario mediata da particolari tipi di anticorpi che reagiscono contro la componente proteica dell’alimento.

Sintomi e segni delle allergie alimentari

I sintomi compaiono da pochi minuti a poche ore dall’assunzione dell’alimento e possono essere lievi o di media entità (se compaiono dopo qualche ora) oppure gravi tipo lo shock anafilattico (se compaiono immediatamente dopo l’assunzione dell’alimento).

La reazione all’alimento dipende spesso da come viene consumato quest’ultimo ovvero se crudo o cotto considerando anche che, alcune proteine sono resistenti alla cottura.

Esempio: alcuni soggetti allergici al polline, hanno spesso allergia ad alcuni vegetali come mela, pesca, carota, melone che, se consumati crudi, provocano reazione soprattutto a livello del cavo orale mentre, se consumati cotti, non danno alcuna reazione. Il motivo di queste due differenti reazioni risiede nel fatto che la cottura spesso inattiva l’allergene responsabile. Tali sintomi si risolvono spesso spontaneamente nel giro di poche ore tranne in rari casi.

intolleranze-alimentari-sintomi

 

I sintomi possono interessare:

  • cute (oricaria, dermatite, eczema);
  • apparato gastroenterico (nausea, vomito, diarrea, crampi intestinali);
  • apparato respiratorio (broncospasmo e tosse, occlusione nasale, difficoltà respiratoria, costrizione della laringe);
  • apparato cardio- circolatorio (aritmie, pressione bassa);
  • apparato neurologico (capogiri, vertigini, svenimenti).

Principali alimenti responsabili di allergie alimentari:

Latte vaccino e derivati (proteine caseina e quelle del siero)

  • Uovo
  • frutta a guscio (soprattutto arachidi)
  • pesci alcuni
  • crostacei
  • pesca
  • grano o frumento (allergia diversa da celiachia e/o sensibilità al glutine)
  • alimenti ricchi di nichel (allergia al nichel)

Intolleranza Alimentare: Che cos’è?

L’Intolleranza Alimentare è una reazione avversa agli alimenti che non attiva il sistema immunitario. Essa varia in relazione alla quantità di alimento ingerito ovvero la reazione è tanto più forte quanto maggiore e frequente è il consumo dell’alimento non tollerato.

L’aspetto importante da chiarire è che, lo scatenarsi dei sintomi da intolleranza alimentare, non è legato all’assunzione dell’alimento in quanto tale ma ad altri aspetti che sono:

  • condizione dell’intestino di ciascun individuo (esempio alterazioni della flora intestinale, carenza o assenza di enzimi;
  • livello di stress individuale;
  • assunzione di sostanze chimiche o inquinanti ambientali; quantità di istamina presente negli alimenti;
  • altre cause che sono ancora oggetto di studio come ad esempio la quantità di glutine dei grani moderni che risulta essere il triplo rispetto ai grani antichi.

Per cui, suddividendo, abbiamo:

  • Intolleranza al lattosio;
  • Intolleranza da alcune sostanze contenute negli alimenti (esempio caffeina, lievito di birra, alcool, etc.);
  • Intolleranza da sostanze chimiche quali additivi, conservanti, etc.;
  • Intolleranza da sensibilità al glutine (non celiaca)

allergie-alimentari-sintomi

 

Sintomi e segni delle intolleranze alimentari

I sintomi compaiono dopo alcuni giorni o mesi dall’assunzione dell’alimento e interessano:

  • cute (orticaria, prurito);
  • apparato gastroenterico (nausea, vomito, diarrea, crampi intestinali, reflusso, gastrite);
  • apparato respiratorio (occlusione nasale, difficoltà respiratoria, asma);
  • apparato cardio- circolatorio (tachicardia, alterazioni pressorie);
  • apparato neurologico (emicrania, sonnolenza).

Un’adeguata dieta di rotazione e/o esclusione degli alimenti non tollerati elimina spesso la sintomatologia.

Principali alimenti responsabili di intolleranze alimentari:

  • Latte e derivati (lattosio)
  • grano o frumento e cereali con glutine (celiachia o sensibilità al glutine)
  • lievito di birra e chimico

Nei prossimi articoli prenderemo in rassegna i vari tipi di intolleranze alimentari e i test per diagnosticarle!

Per maggiori informazioni visita il sito: www.nutrizionistaraia.com oppure lascia un commento all’articolo!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *