Dieta ayurvedica: consigli per stare bene a tavola

L’Ayurveda non si occupa soltanto di trattamenti e massaggi ma anche di alimentazione, il cui campo riveste, nell’ambito di tale disciplina, un ruolo molto importante. Scopriamo assieme come la dieta ayurvedica può aiutare a mantenersi in forma.

L’ayurveda, insieme a molte altre medicine olistiche, mira al benessere fisico dell’uomo nel suo insieme. Essa non è soltanto una scienza medica, ma un sistema di vita.

Il termine “ayurveda” deriva da “veda” cioè conoscenza e da “ayu” cioè vita, quindi Ayurveda significa “conoscenza della vita” o meglio ancora “arte del buon vivere”. 

Il nostro cibo quotidiano è alla base dei problemi che favoriscono l’insorgenza e l’evoluzione delle malattie croniche e non.

La tecnologia alimentare ci porta a consumare cibo sterile, ovvero il cosiddetto cibo “morto”:

  • impoverito delle sostanze nutritive essenziali,
  • addizionato di prodotti chimici,
  • troppi zuccheri,
  • farine raffinate, troppo cibo lavorato e pieno di conservanti.

Dieta Ayurvedica: che cos’è?

Il cibo è la fonte di sostentamento alla vita, per questo l’Ayurveda dedica ampio spazio all’alimentazione, ovvero:

  • alle qualità dei cibi,
  • agli effetti del cibo sul corpo e sulla mente,
  • ai metodi di preparazione,
  • alla necessità di scegliere il cibo adatto per le esigenze personali

Lo scopo della cucina ayurvedica è quello di  mantenere lo stato di salute e armonia interiore che permettono di “gustare” pienamente la vita.

Dieta ayurvedica: come funziona.

La dieta ayurverdica prende in considerazione le differenze fisiche e personali di un individuo. Le  caratteristiche fisiche e caratteriali permettono di capire la prevalenza degli elementi nella costituzione di una persona.

La scelta del cibo adatto alla nostra costituzione è possibile attraverso il  sapore di una sostanza  e della prevalenza degli elementi che la compongono.

Inoltre, è importante imparare a nutrirsi dosando la quantità del cibo, calibrando l’apporto calorico con la giusta quantità di grassi, di carboidrati, di proteine, di vitamine e di sali minerali.

dieta-ayurvedica-esempio-mindfulmente

Dieta ayurvedica: un esempio

La dieta ayurvedica è una festa di spezie, colori, sapori… è molto varia e gustosa.

Vengono utilizzati tutti i tipi di cereali, verdure, legumi arricchiti con le tante spezie che forniscono così i loro molteplici benefici. 

La dieta giornaliera deve essere adatta alla nostra costituzione, così come importante è ascoltare il nostro corpo che ci da segnali al riguardo: quando mangiamo senza avere fame ma solo perché è l’ora solita, oppure  quando non abbiamo digerito il pranzo e ci risediamo a tavola per una bella cena.

Il cibo, oltre a soddisfare le necessità per avere uno stato di salute ottimale, deve avere la capacità di soddisfare le attese “meno razionali” del consumatore, quelle aspettative cioè collegate alla sensorialità.

I sensi sono le nostre antenne ed il nostro rapporto col cibo le utilizza pienamente, perché sono tantissimi e complessi gli effetti – fisiologici e psicologici – che le loro proprietà termiche, acustiche, visive, tattili e olfattive producono sul nostro stato di benessere o di disagio. È attraverso i sensi che sperimentiamo qualità e piacere e il cibo ha la capacità di creare emozioni positive.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *