Mindfulness

LA MINDFULNESS

La Mindfulness è una disciplina che, se correttamente praticata, è capace di migliorare e mantenere il nostro benessere psicofisico e di preparare il terreno per una positiva trasformazione personale.

Allo stesso modo in cui è possibile migliorare la nostra forma fisica tramite un allenamento regolare, possiamo  sviluppare lo stato di Mindfulness con esercizi mentali e con il coinvolgimento del nostro corpo per raggiungere un particolare stato psichico interno, i cui effetti benefici sulla qualità di vita sono documentati da numerosi studi scientifici.

La vita di tutti noi è regolata sempre di più da automatismi di pensieri e di azioni al punto che abbiamo la sensazione che la nostra vita vada per suo conto e che  non sia controllabile. Il nostro cervello si dedica spesso ad attività inutili, alle volte addirittura dannose. A tutti noi, più o meno frequentemente , può accadere di avere la mente impegnata in pensieri eccessivamente rivolti ad esperienze passate, a preoccupazioni rispetto al futuro, oppure tendere alla rimuginazione costante su quanto ci accade.

La Mindfulness ci insegna come non lasciarci sommergere da pensieri caotici e casuali, e come osservarli per poterli controllare.

La Mindfulness è uno stato mentale raramente presente in noi spontaneamente durante la vita quotidiana: normalmente trascorriamo la maggior parte del nostro tempo fluttuando in ricordi appartenenti al passato o in fantasie che riguardano un ipotetico futuro.

Jon Kabat-Zinn è stato il pioniere dell’applicazione terapeutica della Mindfulness in Occidente. Egli descrive la Mindfulness come “la consapevolezza che emerge prestando intenzionalmente attenzione, nel momento presente e in modo non giudicante, al dispiegarsi dell’esperienza, momento per momento”.

Essere consapevoli significa prestare una reale attenzione al momento presente.

La consapevolezza, e l’attenzione ( consapevolezza focalizzata ) sono molto potenti: il semplice divenire consapevoli di ciò che accade, dentro e intorno a noi, è l’inizio di un percorso di liberazione dalla rimuginazione, dalle preoccupazioni e dalla maggior parte di quelle emozioni difficili da gestire (rabbia, frustrazione, senso di vuoto, incapacità).

Quando possiamo disporre di una piena attenzione,  diventiamo osservatori distaccati del nostro mondo interiore e siamo liberi da pensieri che ci assalgono di continuo e da giudizi inutili riguardo al mondo. OSSERVARE è la vera parola chiave; con curiosità e senza giudizio. Osservare consciamente i pensieri e le emozioni senza permettere a noi stessi di lasciarci travolgere.

La pratica della Mindfulness può essere di grande aiuto a tutti coloro che necessitano di ridurre lo stress e liberare la mente dall’eccesso di pensiero e da tutti quei processi mentali inutili che limitano il normale ed efficiente funzionamento del nostro equilibrio psico-fisico.

E’ possibile allenare la consapevolezza in ogni attività quotidiana: si può mangiare consapevolmente, parlare con gli altri, camminare e fare sport, tutto ponendo consapevolezza non ai pensieri ma alle sensazioni psico-fisiche che emergono e che spesso neppure notiamo. Il respiro, le contrazioni dei muscoli, le sensazioni tattili ed i rumori sono la base del vivere consapevole.

Praticando costantemente la Mindfulness possiamo ottenere molti benefici come un atteggiamento più rilassato nella quotidianità, un ritrovato entusiasmo per le cose, un’ottima vigilanza e maggiori prestazioni nella vita, sul lavoro e negli sport; anche i rapporti con le altre persone potranno essere influenzati positivamente.

Studi recenti  dimostrano che è una vera e propria terapia perché agisce sul sistema nervoso e immunitario, rendendo l’organismo più forte, ha effetti benefici sul cuore ed abbassa la pressione del sangue.

In America questo metodo si usa come strumento complementare di cura e sempre più spesso anche in Italia viene affiancata alle terapie tradizionali per curare molti tipi di malattie psichiche, neurologiche e psicosomatiche legate allo stress.

Molte ricerche hanno dimostrato che la pratica della Mindfulness migliora la memoria, le prestazioni fisiche, la creatività ed i tempi di reazione. Migliora anche l’empatia e il rapporto con le altre persone.

MINDFUL EATING

aiuta a guardare il cibo in modo nuovo e a sviluppare tecniche di consapevolezza del proprio corpo e delle proprie emozioni.

Non mangiamo solo per fame, usiamo il cibo per calmarci, stordirci, premiarci o punirci. Ingerire cibo non necessario è un metodo di autoconforto, non utile, che può diventare un problema e trasformarsi in una dipendenza da cibo, creando problemi di salute e a volte di peso.

Nel percorso di Minful eating si apprendono tecniche di alimentazione consapevole per contrastare la fame nervosa e da stress,

con l’obiettivo di migliorare il nostro stile alimentare, l’ immagine corporea e l’ autostima.

2 Comments

  1. Pingback: Mindfulness in vacanza: esercizi di consapevolezza

  2. Pingback: resilienza cos'è: riciclare i problemi e trasformarli in risorse!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *