Shiatsu

Dott.ssa Elena Gastaldi – Operatrice Shiatsu

Lo shiatsu è un’arte per la salute che si occupa della persona, considerandola un’unità di corpo, mente e spirito e cercando di superare la separazione tra pensiero, emozione e fisico. Nasce ufficialmente nel Giappone del XX secolo, si fonda sulle antiche tecniche orientali di manipolazione fisica e sui principi della millenaria medicina tradizionale cinese. Il suo scopo è prioritariamente preventivo: mantenere o ripristinare, quello stato di equilibrio energetico e benessere psico-fisico che in origine è naturale per gli esseri umani. Lo shiatsu si pratica attraverso una tecnica di contatto che utilizza come strumento principale le mani dell’operatore. Attraverso le pressioni effettuate sul corpo del ricevente e la comunicazione verbale e non verbale tra operatore e ricevente si innesca un processo di riflessione ed attenzione di sé che favorisce il recupero della capacità spontanea di mantenere in equilibrio il proprio organismo e di autoguarigione. Capacità che spesso le condizioni in cui viviamo ci inducono a dimenticare.

Un trattamento shiatsu ha la durata di circa 45 – 60 minuti. Si pratica a terra su di un materasso di cotone, su di un lettino o sulla sedia. La persona che riceve il trattamento indossa abiti comodi e possibilmente in fibra naturale. Il trattamento consiste in una serie di pressioni applicate essenzialmente attraverso le mani e le dita in corrispondenza dei meridiani nei quali, secondo la medicina cinese, scorre l’energia vitale.  Gli effetti principali di un trattamento sono un senso di rilassamento e benessere generale, il riconoscimento delle tensioni muscolari presenti nel proprio corpo, del proprio modo di reagire allo stress e di ciò che significa “benessere” per il proprio organismo. Non è una terapia e non si sostituisce in nessun caso alla medicina occidentale, ma può essere ad essa complementare nell’affrontare comuni difficoltà come tensioni e dolori muscolari, emicrania, ansia, stanchezza, insonnia o condizioni fisiologiche come la gravidanza. Anche in Italia, in molte strutture, si integra con le terapie convenzionali nel trattamento di alcune patologie croniche o debilitanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *